Il Bar del Barone dove Rino Gaetano…

il bar del barone montesacroQuella che vedete nella foto accanto, è una parte di Piazza Monte Baldo nel quartiere di Montesacro a Roma.
E’ una piazza importante per chi “ama” Rino Gaetano, perchè è qui che un tempo c’era il mitico “Bar del Barone” (oggi  una Pescheria).
Rino in quel bar ci trascorreva molte ore delle sue giornate in compagnia dei suoi amici a giocare a carte o a flipper (dicono che fosse un vero fenomeno!!!) .
60 notturno rino gaetanoE’ in quel bar che una sera conosce Bruno Franceschelli, uno dei suoi più grandi amici e figura di riferimento per la composizione delle sue canzoni . Una simpatica vicenda tra i due amici narra che “Nuntereggae più“, sia nata una sera durante la quale Rino continuava a prendere in giro Bruno e che questo, sfinito dagli scherzi dell’artista, gli abbia urlato : “Rino e mo basta nun t’areggo più!”..il giorno dopo Rino telefonando a Bruno gli fece ascoltare la canzone scritta la notte, canzone che poi Rino voleva portare a San Remo al posto di “Gianna“( imposta dall’etichetta discografica).
Il Bar del Barone lo troviamo nella canzone : “Tu forse non essenzialmente tu“in cui Rino scrive :

“…e vado dal Barone ma non gioco a dama
bevo birra chiara in lattina
me ne frego e non penso a te
avrei bisogno sempre di un passaggio
ma conosco le coincidenze del 60 notturno..”

rino gaetano la sagrestiaChi frequentava il bar, sapeva che era meglio bere la birra direttamente dalla lattina che in un bicchiere come riportava Rino …questione di igene :).
Chi giocava a dama invece era Bruno Franceschelli.
Il 60 notturno invece,  era ed è , la linea storica di Montesacro, in quanto collega il quartiere al centro della città. Rino era un ragazzo che amava vivere di notte, in compagnia degli amici e per rientrare a casa prendeva spesso la linea del 60N . A tale proposito Bruno Franceschelli raccontava in un’intervista che nell’uscire dalla “Sagrestia“, trattoria che frequentavano vicino al “Pantheon”, capitava spesso che per evitare di perdere l’ultimo autobus della notte dovevano fare delle corse assurde 🙂 . Se avessero perso l’ultima corsa, avrebbero dovuto farsi bei km a piedi !

Questa la pagina dedicata a Rino da parte di Spakka.info :
Rino Gaetano

E questo un altro articolo scritto pensando a lui:
Mi capita sta cosa

[Inviato:Fermino]

Questa voce è stata pubblicata in Blog e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.