Storia dell’arte nelle scuole e la cultura in Italia

Madonna dei Pellegrini Caravaggio

Madonna dei Pellegrini
Caravaggio

L’Italia, paese di Santi (troppi) , Poeti e Navigatori (vedi Schettino….) è una Nazione che “strabocca” di arte in ogni città e che viene visitata ogni anno da milioni di turisti stranieri intenti a scoprire e a studiare la nostra cultura (quel che resta), i nostri cibi (pe magnà non c’è mai problema…) e appunto le meravigliose forme d’arte presenti nel nostro territorio. La “mente” dell Ministro Gelmini nel 2009, decise di tagliare/togliere ore a materie come latino, geografia e storia dell’arte dai piani di studio per diminuire i costi della spesa pubblica italiana…….e la sinistra criticò non poco questa cosa!
Cade il governo Berlusconi, arriva Monti, si va alla elezioni, l’allegra compagnia circense del PD vince le elezioni (se fa pe di..) ed Enrico Letta (nipote di Gianni fidato di Re-Silvio…) diviene il nuovo Premier Italiano (che culo!) .

Ministro Carrozza

Ministro Carrozza

Viene eletta a Ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza (Pd) e uno pensa meno male, la riforma Gelmini (una delle riforme più sciagurate che si ricordino..) verrà cancellata e reintrodotte le ore di geografia, latino ma sopratutto di storia dell’arte!
DAJE! Tutti ad esultà come un gol al derby!
E invece no, storia dell’arte (uno degli strumenti per capire le evoluzioni storiche e sociali italiane..) non verrà rivalutata come si pensava, o meglio come speravamo!
Il 31 Ottobre, pochi giorni fa,  l’ emendamento per la “re-introduzione della storia dell’arte  e di altre materie come latino e geografia”, proposto in seguito alla “raccolta di 15.000 firme”,  è stato bocciato, respinto alla Camera. Le motivazioni sono sempre economiche, non ci sono soldi per ripristinare le ore tagliate a queste materie! Ovviamente, faranno di tutto per trovare soldi per le auto blu, per gli F24, per le feste di “staminchia” come quella di questa mattina delle forze dell’ordine e per tante altre cazzate che permettono ai politici di fare la bella vita, mangiando, bevendo e fregandosene di tutto il resto.
C’è il rischio tra qualche anno (se già non accade…) che un ragazzo italiano dovrà scoprire da un ragazzo straniero la storia, la cultura del suo paese…però l’italiano saprà ben rifarsi quando si parlerà di mignotte, nani e circensi, grazie all’ottimo esempio dei nostri politici!
Continua la battaglia della politica contro la CULTURA e la SCUOLA, continuerà la nostra battaglia per la cultura e la scuola contro la politca!

Questa voce è stata pubblicata in Blog e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.